Città capaci di sentire

di Sara Perro

Carlo Ratti, architetto

Città capaci di sentire. La “visione” è quella di Carlo Ratti. Architetto e ingegnere. A tutti gli effetti, uno dei grandi intellettuali italiani del XXI secolo. La rivista Esquire lo ha inserito tra i “Best & Brightest”, mentre Forbes lo colloca tra i “Nomi da Sapere”. I guru hi-tech di Wired ritengono sia una delle “50 persone che cambieranno il mondo”. Direttore del Senseable City Lab, al Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston, è un professionista multidisciplinare. Il suo lavoro si basa su una commistione fra architettura, sociologia degli spazi pubblici, big data e smart-tech.

Quale città immagina per il futuro? 

«Una città più umana. Non solo “capace di sentire” attraverso sensori digitali, ma anche di essere “sensibile” ai bisogni dei propri cittadini. Un luogo che sia il risultato del progressivo ingresso delle tecnologie digitali e del cosiddetto Internet delle Cose nelle vite private e nello spazio comune. Città capaci di trovare soluzioni nuove per vecchi problemi. Dalla mobilità al consumo energetico, dall’inquinamento allo smaltimento dei rifiuti».

Una città sensibile è anche più naturale? 

«Grazie ad alcune nuove tecnologie di coltivazione, dall’idroponico al vertical farming, oggi esistono sperimentazioni molto interessanti. Numerose città stanno portando avanti progetti di rilievo in questo campo. Singapore, ad esempio, sta studiando fattorie verticali con cui coprire le facciate dei propri grattacieli. La speranza è che le nuove tecnologie possano permettere domani un’inedita integrazione tra natura e cultura. Mi hanno sempre affascinato le parole di Elysée Reclus, il geografo anarchico francese della fine dell’Ottocento. Scriveva che l’uomo dovrebbe avere un doppio vantaggio: l’accesso ai piaceri della città, alle opportunità che offre, allo studio e alla pratica dell’arte, e, allo stesso tempo, la possibilità di godere la libertà che si trova nella natura».

Come animeranno le Intelligenze Artificiali le nostre città sensisbili? 

«Con i Big Data possiamo moltiplicare all’infinito le nostre scelte. Quello che facciamo più spesso, tramite un sistema come Amazon, è sgomberare, di fatto, dal nostro campo visivo gli articoli che non conosciamo, confondendoli con quelli che non ci interessano. Questa logica rischia di privarci di una delle esperienze più importanti della vita. Cioè la serendipity, il trovare qualcosa che non stiamo cercando. Vale per qualunque cosa: per il cibo che mangiamo, per i libri che leggiamo. Se eliminiamo la serendipity dalle nostre vite rischiamo una progressiva chiusura mentale. Insomma, l’ampiezza della scelta, se gestita in questo modo, viene a servire gli interessi del consumatore soltanto in apparenza. La realtà è che quel vantaggio apparente può trasformarsi in un rischio, tanto più grave quanto meno ne siamo consapevoli».

In che modo il city making può creare città coese e inclusive? 

«Il tema della coesione sociale è fondamentale. Da sempre, le disuguaglianze fanno parte dell’esperienza urbana, ma quando si acuiscono, creano fratture difficili da ricomporre. In questi mesi, con il nostro laboratorio al MIT, abbiamo avviato un progetto di ricerca per definire nuovi criteri per misurare la segregazione etnica e sociale in diverse metropoli del mondo. L’obiettivo è combinare informazioni socioeconomiche con dati sulle comunicazioni telefoniche tra persone di diversi gruppi sociali e cercare di capire meglio fino a che punto un determinato contesto urbano possa ricomporre le proprie fratture sociali. Si può imparare anche dall’osservazione dei casi che offrono esempi più positivi».

Le tecnologie smart possono giocare un ruolo? 

«Le città sono sempre state plasmate da una molteplicità di attori. Per questo è necessario che le tecnologie smart continuino a favorire questa dimensione inclusiva. Sono per loro natura piattaforme aperte, che prendono vita attraverso una miriade d’iniziative aggregate dal basso. In questo senso la Rete può giocare un ruolo importante».

La tecnologia non può però diventare un nemico dell’uomo? 

«Vorrei sottolineare che la tecnologia è neutrale, dipende da noi, da come la vogliamo usare. Così le reti possono diventare strumenti di controllo e, insieme all’intelligenza artificiale, creare nuovi sistemi sociali e urbani centralizzati. La pianificazione dall’alto sognata nel secolo passato da molti Stati – dall’URSS al Cile di Allende con il progetto Cybersyn dell’accademico inglese Stafford Beer – potrebbe diventare realtà. È uno degli scenari preoccupanti paventati spesso da Dirk Helbing, del Politecnico di Zurigo. Al tempo stesso possiamo immaginare la rete come strumento di emancipazione e di azione “dal basso”. Una nuova capacità di scambiare informazioni e prendere decisioni insieme ad altri cittadini. Che poi è la base della democrazia. La scelta tra questi due scenari dipende da noi».

di Emanuele Bompan

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

piazza pubblica | nuovi spazi pubblici

Progettare spazi collettivi

L’idea di trasformare alcune strutture, come scuole, os...

bioplastiche | smart materials

Bioplastiche sostenibili

Gli Smart Materials sono plastiche modificate con scart...

Risparmio energetico in casa: 5 consigli per ridurre i consumi

Il risparmio energetico comincia dai piccoli gesti e da...

vernici naturali per interni

I vantaggi di scegliere vernici naturali per gli interni

Se stai pensando di dare una rinfrescata alle pareti de...

Il linoleum: un rivestimento naturale

Il linoleum è un rivestimento per pavimenti, noto per l...

Casa Naturale su Instagram

Wood Philanthropy. La Laudes Foundation è nata nel 2020 con l’obiettivo di fare filantropia per vincere la sfida ambientale. Al centro delle attività l’impegno per la transizione nel mondo delle costruzioni dai materiali tradizionali al legno. La filantropia è, oggi, il capitale di rischio della società: rappresenta quel polmone di liquidità che consente alle imprese, alla finanza e all’industria di muoversi con rapidità [...]
Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

#woodphilanthropy #filantropia #ambiente #thinkgreen #post
Wood Philanthropy. La Laudes Foundation è nata nel 2020 con l’obiettivo di fare filantropia per vincere la sfida ambientale. Al centro delle attività l’impegno per la transizione nel mondo delle costruzioni dai materiali tradizionali al legno. La filantropia è, oggi, il capitale di rischio della società: rappresenta quel polmone di liquidità che consente alle imprese, alla finanza e all’industria di muoversi con rapidità [...] Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) #woodphilanthropy #filantropia #ambiente #thinkgreen #post
21 ore fa
View on Instagram |
1/9
Decarbonizzare sì, ma come? Trending topic dal 2015: abbattere le emissioni di carbonio nell’atmosfera. Il mondo è sempre più d’accordo. Ma come fare? Se le analisi sui consumi sono lucide e rigorose, le applicazioni ai diversi settori produttivi sono spesso più complicate del previsto. In queste pagine abbiamo analizzato le diverse tecnologie che secondo l’Economist Impact sono le più indicate [...]
Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

#decarbonizzare #carbonio #thinkgreen #greeneconomy #post
Decarbonizzare sì, ma come? Trending topic dal 2015: abbattere le emissioni di carbonio nell’atmosfera. Il mondo è sempre più d’accordo. Ma come fare? Se le analisi sui consumi sono lucide e rigorose, le applicazioni ai diversi settori produttivi sono spesso più complicate del previsto. In queste pagine abbiamo analizzato le diverse tecnologie che secondo l’Economist Impact sono le più indicate [...] Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) #decarbonizzare #carbonio #thinkgreen #greeneconomy #post
5 giorni fa
View on Instagram |
2/9
Il legno incontra la città. Aspettando la fiera di Klimahouse e il relativo Wood Summit di maggio, giovedì 27 gennaio si svolgerà su piattaforma digitale un evento digital e gratuito di accompagnamento al tema. Casa Naturale è media partner [...]
Scopri di più sul nostro sito (Link in bio)

Con @fieramesse 

#klimahouse #legno #progetti #thinkgreen #post
Il legno incontra la città. Aspettando la fiera di Klimahouse e il relativo Wood Summit di maggio, giovedì 27 gennaio si svolgerà su piattaforma digitale un evento digital e gratuito di accompagnamento al tema. Casa Naturale è media partner [...] Scopri di più sul nostro sito (Link in bio) Con @fieramesse #klimahouse #legno #progetti #thinkgreen #post
7 giorni fa
View on Instagram |
3/9
Naturale o ricostruita? La pietra è un materiale perfetto per impreziosire case ed edifici: analizzare le caratteristiche locali è fondamentale per adattare le soluzioni al contesto, per valorizzarlo senza alterarne le caratteristiche. Elegante, suggestivo ed ampiamente sostenibile, l’impiego della pietra in ambito edilizio si concretizza con l’utilizzo di pietra naturale o pietra ricostruita, capaci di creare armonia tra l’edificio e l’ambiente circostante [...]
Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

#pietra #interiordesign #edilizia #thinkgreen #post
Naturale o ricostruita? La pietra è un materiale perfetto per impreziosire case ed edifici: analizzare le caratteristiche locali è fondamentale per adattare le soluzioni al contesto, per valorizzarlo senza alterarne le caratteristiche. Elegante, suggestivo ed ampiamente sostenibile, l’impiego della pietra in ambito edilizio si concretizza con l’utilizzo di pietra naturale o pietra ricostruita, capaci di creare armonia tra l’edificio e l’ambiente circostante [...] Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) #pietra #interiordesign #edilizia #thinkgreen #post
1 settimana fa
View on Instagram |
4/9
Giardini sottosopra. Il verde che sfida le leggi del giardinaggio, e anche un po’ quelle della fisica. I sistemi di piante verticali indoor donano alla casa un’anima green, ma necessitano di nutrienti, potatura, di sistemi di irrigazione dedicati e una manutenzione attenta a luce, nutrienti e potatura. Nate come alternativa ai giardini veri e propri, le installazioni di verde vivo sulle pareti di casa rappresentano una scelta architettonica che valorizza l’estetica [...]
Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @_miocugino_ 

#giardinoverticale #giardinoindoor #interiordesign #thinkgreen #post
Giardini sottosopra. Il verde che sfida le leggi del giardinaggio, e anche un po’ quelle della fisica. I sistemi di piante verticali indoor donano alla casa un’anima green, ma necessitano di nutrienti, potatura, di sistemi di irrigazione dedicati e una manutenzione attenta a luce, nutrienti e potatura. Nate come alternativa ai giardini veri e propri, le installazioni di verde vivo sulle pareti di casa rappresentano una scelta architettonica che valorizza l’estetica [...] Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @_miocugino_ #giardinoverticale #giardinoindoor #interiordesign #thinkgreen #post
2 settimane fa
View on Instagram |
5/9
Il silenzio del legno. Accogliente, confortevole e caldo. Molte sono le proprietà del legno in casa, ma per poterne godere appieno occorre conoscere tutte le sue caratteristiche, dalle sue interazioni con altri materiali alle performance intrinseche. Termico. Ma anche acustico. Grazie alle sue caratteristiche, il legno ha notevoli proprietà isolanti ed è in grado di assorbire molti rumori creando una sorta di barriera naturale alla diffusione delle onde sonore [...]
Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

#legno #thinkgreen #progetti #costruire #post
Il silenzio del legno. Accogliente, confortevole e caldo. Molte sono le proprietà del legno in casa, ma per poterne godere appieno occorre conoscere tutte le sue caratteristiche, dalle sue interazioni con altri materiali alle performance intrinseche. Termico. Ma anche acustico. Grazie alle sue caratteristiche, il legno ha notevoli proprietà isolanti ed è in grado di assorbire molti rumori creando una sorta di barriera naturale alla diffusione delle onde sonore [...] Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) #legno #thinkgreen #progetti #costruire #post
2 settimane fa
View on Instagram |
6/9
Cinque buoni motivi per isolare con il sughero: l'analisi di @tecnosugheri. L’impiego del sughero per isolamento è possibile a prescindere dai bonus governativi, ma sicuramente questi incentivi aiutano a calmierarne il prezzo, permettendo di fare una scelta efficace in termini di efficientamento energetico e responsabile dal punto di vista della sostenibilità ambientale e dell’economicità futura dell’intervento edilizio.

Difatti grazie al Superbonus 110%, committenti e progettisti hanno scoperto il sughero espanso Corkpan: 100% naturale, ottenuto da materia prima rinnovabile, riciclabile a fine vita e alleato della lotta al cambiamento climatico.

Scopri di più sul nostro sito (Link in bio)

#tecnosugheri #isolamento #sughero #incentivifiscali #topbrand
Cinque buoni motivi per isolare con il sughero: l'analisi di @tecnosugheri. L’impiego del sughero per isolamento è possibile a prescindere dai bonus governativi, ma sicuramente questi incentivi aiutano a calmierarne il prezzo, permettendo di fare una scelta efficace in termini di efficientamento energetico e responsabile dal punto di vista della sostenibilità ambientale e dell’economicità futura dell’intervento edilizio. Difatti grazie al Superbonus 110%, committenti e progettisti hanno scoperto il sughero espanso Corkpan: 100% naturale, ottenuto da materia prima rinnovabile, riciclabile a fine vita e alleato della lotta al cambiamento climatico. Scopri di più sul nostro sito (Link in bio) #tecnosugheri #isolamento #sughero #incentivifiscali #topbrand
2 settimane fa
View on Instagram |
7/9
Dormire sul lago. La nautica come ispirazione: un'abitazione in legno ottimizza gli spazi indoor per ridurre il più possibile l'impatto sull'ambiente. Nel sud della Repubblica Ceca, quasi al confine con l’Austria, la diga di Vranov crea un piccolo lago artificiale lungo il corso del fiume Thaya. Attorno: un bosco dai colori brillanti, come nelle fiabe [...]
Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @prodesi_domesi 

#caseinlegno #bioarchitecture #thinkgreen #progettigreen #post
Dormire sul lago. La nautica come ispirazione: un'abitazione in legno ottimizza gli spazi indoor per ridurre il più possibile l'impatto sull'ambiente. Nel sud della Repubblica Ceca, quasi al confine con l’Austria, la diga di Vranov crea un piccolo lago artificiale lungo il corso del fiume Thaya. Attorno: un bosco dai colori brillanti, come nelle fiabe [...] Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @prodesi_domesi #caseinlegno #bioarchitecture #thinkgreen #progettigreen #post
3 settimane fa
View on Instagram |
8/9
Bio Matematica. L'ispirazione da ciò che ci circonda. Tra le foglie, così come tra le pareti, la matematica aiuta a stare bene. L’essere umano si risolve nella Natura: ogni aspetto della nostra vita è strettamente connesso ed influenzato dalle leggi matematiche fondamentali che governano il mondo. Tali interconnessioni sono state a lungo studiate ed approfondite in svariati ambiti [...]
Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

#biomatematica #natura #design #ispirazione #post
Bio Matematica. L'ispirazione da ciò che ci circonda. Tra le foglie, così come tra le pareti, la matematica aiuta a stare bene. L’essere umano si risolve nella Natura: ogni aspetto della nostra vita è strettamente connesso ed influenzato dalle leggi matematiche fondamentali che governano il mondo. Tali interconnessioni sono state a lungo studiate ed approfondite in svariati ambiti [...] Leggi l'articolo sul numero di gennaio-febbraio 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) #biomatematica #natura #design #ispirazione #post
3 settimane fa
View on Instagram |
9/9