Paolo Fresu: la musica e la terra

di Redazione Casa Naturale

Paolo Fresu ha da poco compiuto 50 anni gran parte spesi per il jazz e per la musica. Un compleanno speciale che verrà “celebrato”  nella sua terra, la Sardegna, con un fitto calendario di concerti che iniziano il 14 luglio a Cagliari, per culminare nella ventiquattresima edizione del festival internazionale Time in jazz, a Berchidda, dal 9 al 16 agosto. Paolo Fresu, icona internazionale del jazz, è molto più di un grande artista perché il suo pensiero travalica l’acclarato talento naturale per affermare un’idea forte dell’uomo che ritrova il senso dell’esistenza e dell’arte attraverso le proprie radici, il proprio territorio. E solo a partire da questa dimensione si fa universale.

Il tema “Terra”, a cui è dedicato il festival 2011, è il terzo ispirato ad un elemento naturale, dopo “Aria” e “Acqua. Ci spieghi qual è il legame tra la natura e la musica, in particolare il jazz?

Credo che i legami tra la natura e le arti siano da sempre chiari e indissolubili. Perché l’arte è l’espressione della natura traslata e metabolizzata dall’uomo e dalla sua necessità di rappresentare il luogo in cui vive attraverso un linguaggio altro.

La musica poi è l’essenza sonora della natura e degli elementi che compongono il nostro pianeta. Il jazz, nello specifico, è una musica dinamica e spugnosa. La si potrebbe definire contemporanea nel momento in cui coglie gli umori della società odierna  facendoli diventare poesia e creatività.

Il jazz segue dunque il percorso della natura e della storia umana. E’ stato sempre così dai primi anni del secolo scorso e forse oggi è difficile inquadrare tutto il jazz in uno stile. Troppe cose sono accadute tra Louis Armstrong e Keith Jarrett come una infinità di cose si sono evolute nel ‘900.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ transition=”‘slide’” info=”true” lightbox=”true”]

 

I consigli di Paolo Fresu a Casa Naturale

Cosa fare

Rispettare la specificità del territorio e delle culture

Cosa non fare

Cedere all’omologazione imposta dalla globalizzazione

 

[box style=”rounded”]

Chi è Paolo Fresu

Inizia lo studio dello strumento all’età di 11 anni nella Banda Musicale del proprio paese natale e dopo varie esperienze di musica leggera scopre il jazz nel 1980 ed inizia l’attività professionale nel 1982 registrando per la RAI sotto la guida di Bruno Tommaso e frequentando i Seminari di Siena jazz. Nel 1984 si diploma in tromba presso il Conservatorio di Cagliari e nello stesso anno vince i premi ‘RadioUno jazz’, ‘Musica jazz’ e ‘RadioCorriere TV’ come miglior talento del jazz italiano. Nel 1990 vince il premio ‘Top jazz’ indetto dalla rivista ‘Musica jazz’ come miglior musicista italiano, miglior gruppo (Paolo Fresu Quintet) e miglior disco (premio ‘Arrigo Polillo’ per il disco ‘Live in Montpellier’), nel 1996  il premio come miglior musicista europeo attraverso una sua opera della ‘Académie du jazz’ di Parigi ed il prestigioso ‘Django d’Or’ come miglior musicista di jazz europeo e nell’anno 2000 la nomination come miglior musicista internazionale. Solo i primi, in una lunga serie di riconoscimenti che proseguono nel presente musicale.  Docente e responsabile di diverse importanti realtà didattiche nazionali e internazionali, ha suonato in ogni continente e con i nomi più importanti della musica afroamericana degli ultimi 30 anni. Oggi è attivo con una miriade di progetti che lo vedono impegnato per oltre duecento concerti all’anno, pressoché in ogni parte del globo.  Vive tra Parigi, Bologna e la Sardegna dove ha ristrutturato la casa di famiglia restando fedele alla tradizione e al territorio.

[/box]

 

di Floriana Morrone (riproduzione riservata)

 

Pubblicità

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Il cotone organico

Che cos’è il cotone organico

Che cos’è il cotone organico Il cotone biologico è un...

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

Spontaneo è bello

Cinque considerazioni sul giardino del futuro in un via...

La saggezza antica dell’isolamento

Sughero, fibra di canapa o di legno, lana di pecora o i...

Abitare un’emozione

Expo ed eventi internazionali sono il luogo in cui rifl...

Casa Naturale su Instagram

La casa che segue il bioritmo. Al di là dell’efficienza e dell’economia circolare applicata, la vera sfida del progetto Biosphera Genesis è quella di essere una casa “a misura di abitante”. Tagliata sulle esigenze funzionali, ma anche (e soprattutto) fisiche e mentali, di chi la occupa. A questo obiettivo hanno lavorato, in particolare, i ricercatori del Laboratorio di Ecologia Affettiva dell’Università della Valle d’Aosta, diretto dal professor Giuseppe Barbiero [...]
Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

#economiacircolare #thinkgreen #ideegreen #biophilicdesign #post
La casa che segue il bioritmo. Al di là dell’efficienza e dell’economia circolare applicata, la vera sfida del progetto Biosphera Genesis è quella di essere una casa “a misura di abitante”. Tagliata sulle esigenze funzionali, ma anche (e soprattutto) fisiche e mentali, di chi la occupa. A questo obiettivo hanno lavorato, in particolare, i ricercatori del Laboratorio di Ecologia Affettiva dell’Università della Valle d’Aosta, diretto dal professor Giuseppe Barbiero [...] Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) #economiacircolare #thinkgreen #ideegreen #biophilicdesign #post
23 ore fa
View on Instagram |
1/9
Ai piedi della collina. Un nucleo residenziale dove l’attenzione a risparmio energetico e salubrità indoor ha guidato le scelte di materiali e soluzioni. Reinterpretare il contesto urbano e architettonico, trasformando in punti di forza e in caratteristiche distintive quello che inizialmente poteva sembrare una debolezza e una coercizione. Puntando a favorire il rapporto tra gli abitanti e a garantire una qualità dell’abitare elevata, attraverso l’utilizzo di materiali e di tecnologie all’avanguardia [...]
Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @mediapolisengineering, @piustudioarchitetti 

#risparmioenergetico #progettigreen #thinkgreen #salubrità #post
Ai piedi della collina. Un nucleo residenziale dove l’attenzione a risparmio energetico e salubrità indoor ha guidato le scelte di materiali e soluzioni. Reinterpretare il contesto urbano e architettonico, trasformando in punti di forza e in caratteristiche distintive quello che inizialmente poteva sembrare una debolezza e una coercizione. Puntando a favorire il rapporto tra gli abitanti e a garantire una qualità dell’abitare elevata, attraverso l’utilizzo di materiali e di tecnologie all’avanguardia [...] Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @mediapolisengineering, @piustudioarchitetti #risparmioenergetico #progettigreen #thinkgreen #salubrità #post
4 giorni fa
View on Instagram |
2/9
Tra gli alberi, a tre metri da terra. La casa sospesa come strategia per salvaguardare il territorio: le suite che promuovono un’idea olistica della progettazione. Un lungo processo di progettazione, per creare una struttura dal minore impatto possibile sul suolo e sull’ambiente. Immerso nel verde che circonda il paesino di Siusi allo Sciliar, un parco ricco di alberi secolari ospita l’ampliamento del Parc Hotel Florian disegnato dallo studio di architettura Noa Network of architecture [...]
Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @networkofarchitecture, @floris_green_suites 

#ecoospitalità #thinkgreen #ambiente #bioedilizia #post
Tra gli alberi, a tre metri da terra. La casa sospesa come strategia per salvaguardare il territorio: le suite che promuovono un’idea olistica della progettazione. Un lungo processo di progettazione, per creare una struttura dal minore impatto possibile sul suolo e sull’ambiente. Immerso nel verde che circonda il paesino di Siusi allo Sciliar, un parco ricco di alberi secolari ospita l’ampliamento del Parc Hotel Florian disegnato dallo studio di architettura Noa Network of architecture [...] Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @networkofarchitecture, @floris_green_suites #ecoospitalità #thinkgreen #ambiente #bioedilizia #post
7 giorni fa
View on Instagram |
3/9
Giocare sostenibile. Un nuovo mattoncino Lego, realizzato attraverso il recupero delle bottiglie Pet. Frutto di oltre tre anni di sperimentazioni, il nuovo prodotto permetterà di creare 10 pezzi – di dimensione 4x2 – a partire da una singola bottiglia da un litro. L’iniziativa si inserisce all’interno dell’obiettivo, da parte dell’azienda, di rendere tutti i suoi prodotti completamente sostenibili [...]
Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @lego 

#sostenibilità #ideegreen #thinkgreen #ecologia #post
Giocare sostenibile. Un nuovo mattoncino Lego, realizzato attraverso il recupero delle bottiglie Pet. Frutto di oltre tre anni di sperimentazioni, il nuovo prodotto permetterà di creare 10 pezzi – di dimensione 4x2 – a partire da una singola bottiglia da un litro. L’iniziativa si inserisce all’interno dell’obiettivo, da parte dell’azienda, di rendere tutti i suoi prodotti completamente sostenibili [...] Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @lego #sostenibilità #ideegreen #thinkgreen #ecologia #post
1 settimana fa
View on Instagram |
4/9
Il grattacielo e la Mazanka. Argilla, legno e progettazione su misura sono gli ingredienti di un’abitazione che unisce la tradizione ucraina e il design contemporaneo, la tecnologia e la sostenibilità. In un grattacielo di Kiev, che si affaccia sul fiume Dnipro, l’architetto Sergey Makhno ha utilizzato antiche tecnologie costruttive per ristrutturare un appartamento di 98 mq [...]
Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @makhno_design 

#interior #interiordesign #progettistainterni #architetturasostenibile #post
Il grattacielo e la Mazanka. Argilla, legno e progettazione su misura sono gli ingredienti di un’abitazione che unisce la tradizione ucraina e il design contemporaneo, la tecnologia e la sostenibilità. In un grattacielo di Kiev, che si affaccia sul fiume Dnipro, l’architetto Sergey Makhno ha utilizzato antiche tecnologie costruttive per ristrutturare un appartamento di 98 mq [...] Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @makhno_design #interior #interiordesign #progettistainterni #architetturasostenibile #post
2 settimane fa
View on Instagram |
5/9
È arrivato il Black Friday di Casa Naturale - Incredibile, per te un buono sconto fino a 50 euro!
Scopri le offerte imperdibili per chi ama la casa.

Puoi trovare tutti i dettagli sul nostro sito (Link in bio) 

#blackfriday #thinkgreen #interiordesign #architetturasostenibile #arredaregreen
È arrivato il Black Friday di Casa Naturale - Incredibile, per te un buono sconto fino a 50 euro! Scopri le offerte imperdibili per chi ama la casa. Puoi trovare tutti i dettagli sul nostro sito (Link in bio) #blackfriday #thinkgreen #interiordesign #architetturasostenibile #arredaregreen
2 settimane fa
View on Instagram |
6/9
Il legno che vale. Più che uno sguardo al futuro, è un ritorno al passato: basta ai mobili realizzati con materiali poveri e con l’uso di truciolati e superfici plastificate. Dal London Design Festival l’invito è a riaccendere le luci sul mobile artigianale, di design e pensato per durare nel tempo. L’essenza di un concetto è tutta racchiusa in una scelta. Quella che ha guidato Alessandra Fumagalli Romario, giovane designer italiana, a scegliere per la sua opera uno studiolo 4.0 [...]
Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @ahec_europe 

#legno #mobili #mobileartigianale #interiordesign #post
Il legno che vale. Più che uno sguardo al futuro, è un ritorno al passato: basta ai mobili realizzati con materiali poveri e con l’uso di truciolati e superfici plastificate. Dal London Design Festival l’invito è a riaccendere le luci sul mobile artigianale, di design e pensato per durare nel tempo. L’essenza di un concetto è tutta racchiusa in una scelta. Quella che ha guidato Alessandra Fumagalli Romario, giovane designer italiana, a scegliere per la sua opera uno studiolo 4.0 [...] Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @ahec_europe #legno #mobili #mobileartigianale #interiordesign #post
2 settimane fa
View on Instagram |
7/9
Bianco nella foresta nera. Armonica, smart e sostenibile. Realizzata a partire da materiali ecologici, una casa ai piedi della foresta nera offre un modello abitativo in grado di abbattere i costi in bolletta e le emissioni di CO2. Moderna, chiara e lineare. Costruita a VillingenSchwenningen – in Germania, nel circondario della Foresta Nera –, la casa realizzata da Kampa si ispira alla natura che contorna la città, sia dal punto di vista costruttivo [...]
Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @kampa_haus 

#casadilegno #thinkgreen #salubrità #risparmioenergetico #post
Bianco nella foresta nera. Armonica, smart e sostenibile. Realizzata a partire da materiali ecologici, una casa ai piedi della foresta nera offre un modello abitativo in grado di abbattere i costi in bolletta e le emissioni di CO2. Moderna, chiara e lineare. Costruita a VillingenSchwenningen – in Germania, nel circondario della Foresta Nera –, la casa realizzata da Kampa si ispira alla natura che contorna la città, sia dal punto di vista costruttivo [...] Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @kampa_haus #casadilegno #thinkgreen #salubrità #risparmioenergetico #post
3 settimane fa
View on Instagram |
8/9
Spontaneo è bello. Cinque considerazioni sul giardino del futuro in un viaggio con il paesaggista Antonio Perazzi, curatore della Biennale Radicepura Garden Festival dedicata al verde mediterraneo. Il giardino è un omaggio alla natura, un compagno di vita e il miglior alleato per il clima che cambia. «Bisogna sfatare un mito. Quando parliamo di un giardino, non ci riferiamo mai a un luogo naturale [...]
Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @radicepuragardenfestival 

#giardino #thinkgreen #gardening #radicepuragardenfestival #post
Spontaneo è bello. Cinque considerazioni sul giardino del futuro in un viaggio con il paesaggista Antonio Perazzi, curatore della Biennale Radicepura Garden Festival dedicata al verde mediterraneo. Il giardino è un omaggio alla natura, un compagno di vita e il miglior alleato per il clima che cambia. «Bisogna sfatare un mito. Quando parliamo di un giardino, non ci riferiamo mai a un luogo naturale [...] Leggi l'articolo sul numero di novembre-dicembre 2021 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @radicepuragardenfestival #giardino #thinkgreen #gardening #radicepuragardenfestival #post
3 settimane fa
View on Instagram |
9/9