Boscoincittà: l’anima verde di Milano

di Redazione Casa Naturale

Sono trascorsi 40 anni, ma il lavoro da fare è ancora tanto. Il Boscoincittà di Milano, primo esempio di verde urbano strutturato in modo sociale, è un grande successo, che non accenna ad arrestarsi. Dall’architetto Giulio Crespi agli ex Sindaci Gabriele Albertini, Piero Borghini, Marco Formentini e Carlo Tognoli, nel corso delle celebrazioni per i 40 anni, è arrivato un messaggio unanime: ci vuole impegno e tenacia per portare avanti un progetto primordiale come quello delle cinture verdi della città attraverso giunte, governi e generazioni. Dopo un difficile inizio, nel 1973, gli anni che si sono susseguiti hanno portato alla nascita del Bosco, grazie al volere dei Sindaci milanesi, delle associazioni e dei tantissimi volontari che hanno lavorato con costanza e tenacia per portare avanti questo progetto.

Un progetto storico e amato

Al di sopra di ogni difficoltà ci sono stati Uomini di Bosco che attraverso il buon senso hanno piantato e seminato in questi 40 anni i120 ettarie i 90 mila alberi di Boscoincittà. Durante quarant’anni, migliaia e migliaia di persone hanno piantato quello che è diventato oggi un grande parco di Milano, un bellissimo bosco a nordovest della città. Da sempre si chiama Boscoincittà ed esiste grazie a Italia Nostra. E’ il primo esempio di bosco urbano in Italia. L’associazione, che si occupa di tutela a valorizzazione dell’ambiente e di volontariato culturale, richiese allora al Comune di Milano un grandespazio a nord ovest della città per realizzare (dopo tante proteste per la carenza di verde pubblico in città), un parco pubblico con l’aiuto dei volontari. Vennero realizzati i primi progetti con boschi, radure, sentieri e specchi d’acqua a cura degli architetti da Ugo Ratti e Marco Bacigalupo; è stato poi l’architetto paesaggista Giulio Crespi a sviluppare il progetto definitivo. I 35 ettariiniziali diverranno poi 80 alla fine del terzo ampliamento avvenuto nel 1994, con nuove convenzioni con il Comune di Milano espandendosi fino a 120 ettaricon l’ultimo intervento del 2003, metà a bosco e metà a radure, sentieri, orti e acque. Oggi la conduzione del Bosco è sotto la direzione dell’agronomo Silvio Anderloni, secondo direttore dopo lo “storico” direttore Sergio Pellizzoni. “Il Boscoincittà ha solo 40 anni, pochi per un bosco, se pensiamo alla vita degli alberi”, dice Anderloni a Casa Naturale. “Tuttavia i risultati raggiunti sono notevoli e l’Expo che si avvicina è una ulteriore opportunità di crescita. Infatti, il Bosco ospiterà, a partire da giugno, le installazioni di alcuni artisti internazionali di Land Art, che lo trasformeranno in un museo all’aperto”.


A DUE PASSI DAL CENTRO

Boscoincittà dista, come indica il suo nome, 15 minuti dal centro di Milano – esattamente7 kmdal Duomo; c’è anche la fermata dell’autobus 72 diretto da piazza De Angeli che si ferma davanti all’ingresso del parco. La storica Cascina San Romano è il centro operativo del parco con i servizi di segreteria, con le aie per le feste e i pic-nic, con le mappe per scoprire la rete dei sentieri da fare a piedi o in bici. Gli alberi sono grandi, i prati curatissimi, il laghetto è contornato da erbe acquatiche: si ha l’impressione di essere lontani anni luce dalla città, che invece è lì vicino. Boscoincittà significa orti urbani, frutteti, giardino delle api, giardino d’acqua,8 kmdi sentieri tracciati,6 kmdi rogge e canali che confluiscono nel lago artificiale di 25 mila mq e un programma annuale di attività per appassionati e famiglie che ha fidelizzato migliaia di milanesi. Per i turisti sono state predisposte aree di sosta. Oltre a correre e pedalare nel parco, fare passeggiate a cavallo lungo i sentieri, si può sostare sotto ai portici o anche nella silenziosa Biblioteca verde per consultare libri, documenti e articoli che riguardano l’ambiente, i giardini e l’agricoltura. Il Bosco rappresenta anche una zona di rifugio e di riproduzione di ghiri, volpi, conigli selvatici, ricci, talpe, lepri, aironi, fagiani, civette, gufi.

di Francesca Pierpaoli – foto di Corrado Bonomo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

cucina sostenibile

Sostenibilità tra i fornelli

La cucina sostenibile dal cuore verde Oreadi di Tm Ital...

Quando l’aperitivo è naturale

Attenzione alla natura e un'idea imprenditoriale intere...

Modernità tradizionale

Creare un nuovo punto di riferimento turistico e social...

Isolamento termico per pareti verticali

Isotec Parete di Brianza Plastica è un sistema di isola...

amore per l'ambiente

Amore per l’ambiente? Raccolta differenziata con stile

L’amore per l’ambiente va di pari passo con la raccolta...

Casa Naturale su Instagram

Pavimenti che sanno di vita. Accogliente, elegante, naturale: queste le principali caratteristiche che rendono il legno un materiale perfetto per i pavimenti. È bene riservargli le giuste attenzioni per preservarne le peculiarità. Il legno è un materiale vivo, che non resta mai uguale a se stesso [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Foto: Triplostrato di @fiemmetremila 

#pavimento #legno #pavimentilegno #interiordesign #post
Pavimenti che sanno di vita. Accogliente, elegante, naturale: queste le principali caratteristiche che rendono il legno un materiale perfetto per i pavimenti. È bene riservargli le giuste attenzioni per preservarne le peculiarità. Il legno è un materiale vivo, che non resta mai uguale a se stesso [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Foto: Triplostrato di @fiemmetremila #pavimento #legno #pavimentilegno #interiordesign #post
2 giorni fa
View on Instagram |
1/9
Ricoprire con la paglia. A una struttura in legno si unisce la copertura vegetale per un progetto contemporaneo e sostenibile, che integra una parte esistente a un ampliamento in continuità con l'ambiente. Lungo il dolce pendio nei pressi di Hermeray, nel nord della Francia, si nasconde un complesso residenziale realizzato dallo studio Nicola Spinetto Architects, con l’obiettivo di innovare il modo di costruire un casale [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @nicola.spinetto.architectes 

#bioarchitettura #edilizia #progettigreen #thinkgreen #post
Ricoprire con la paglia. A una struttura in legno si unisce la copertura vegetale per un progetto contemporaneo e sostenibile, che integra una parte esistente a un ampliamento in continuità con l'ambiente. Lungo il dolce pendio nei pressi di Hermeray, nel nord della Francia, si nasconde un complesso residenziale realizzato dallo studio Nicola Spinetto Architects, con l’obiettivo di innovare il modo di costruire un casale [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @nicola.spinetto.architectes #bioarchitettura #edilizia #progettigreen #thinkgreen #post
5 giorni fa
View on Instagram |
2/9
Dolce adozione. In occasione della Giornata Mondiale delle Api, celebrata il 20 maggio di ogni anno, arriva il progetto Bee to You. Sviluppata da Mieli Papagna – azienda pugliese specializzata nella produzione di miele artigianale –, l’iniziativa si propone di avvicinare il pubblico alla consapevolezza dell’importanza della biodiversità [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @mielipapagna 

#beetoyou #adottaunape #miele #biodiversità #post
Dolce adozione. In occasione della Giornata Mondiale delle Api, celebrata il 20 maggio di ogni anno, arriva il progetto Bee to You. Sviluppata da Mieli Papagna – azienda pugliese specializzata nella produzione di miele artigianale –, l’iniziativa si propone di avvicinare il pubblico alla consapevolezza dell’importanza della biodiversità [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @mielipapagna #beetoyou #adottaunape #miele #biodiversità #post
1 settimana fa
View on Instagram |
3/9
L’evoluzione di un materiale. Una casa in legno non richiede maggiori o diverse manutenzioni rispetto a un edificio tradizionale. Anche nella facciata a vista non sono necessarie pitture periodiche, ma occorre accettare la trasformazione naturale del tempo [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @lignoalp, @woodcontrol_mymeter 

#caseinlegno #legno #edilizia #thinkgreen #post
L’evoluzione di un materiale. Una casa in legno non richiede maggiori o diverse manutenzioni rispetto a un edificio tradizionale. Anche nella facciata a vista non sono necessarie pitture periodiche, ma occorre accettare la trasformazione naturale del tempo [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @lignoalp, @woodcontrol_mymeter #caseinlegno #legno #edilizia #thinkgreen #post
1 settimana fa
View on Instagram |
4/9
Villa TS, progettata dagli architetti Michaela Wolf & Gerd Bergmeister dello studio Bergmeisterwolf, sorge su un versante esposto a sud nel piccolo borgo rurale di Gleno, in provincia di Bolzano. @lignoalp si è occupata della struttura portante in legno, dei rivestimenti esterni in larice e dei rivestimenti interni in abete bianco di questo progetto originale e in sintonia con l’ambiente della natura altoatesina.
Pochi materiali, utilizzati con coerenza – come il legno carbonizzato sulle facciate e sulle coperture o la pietra naturale e gli elementi in calcestruzzo a vista nella zona a contatto con il terreno – e un linguaggio formale ridotto all’essenziale conferiscono ai due edifici un’estetica assolutamente purista.
Scopri di più sul nostro sito (Link in bio)

#LignoAlp #progetto #thinkgreen #interiordesign #edilizia #legno #topbrand
Villa TS, progettata dagli architetti Michaela Wolf & Gerd Bergmeister dello studio Bergmeisterwolf, sorge su un versante esposto a sud nel piccolo borgo rurale di Gleno, in provincia di Bolzano. @lignoalp si è occupata della struttura portante in legno, dei rivestimenti esterni in larice e dei rivestimenti interni in abete bianco di questo progetto originale e in sintonia con l’ambiente della natura altoatesina. Pochi materiali, utilizzati con coerenza – come il legno carbonizzato sulle facciate e sulle coperture o la pietra naturale e gli elementi in calcestruzzo a vista nella zona a contatto con il terreno – e un linguaggio formale ridotto all’essenziale conferiscono ai due edifici un’estetica assolutamente purista. Scopri di più sul nostro sito (Link in bio) #LignoAlp #progetto #thinkgreen #interiordesign #edilizia #legno #topbrand
1 settimana fa
View on Instagram |
5/9
Torna Klimahouse. Quattro temi, uno per giornata: architettura, economia circolare, legno e vivere sostenibile. Un ricco programma di eventi, fuori e dentro la fiera, dove i palchi raddoppiano e ospitano, rispettivamente, un programma dedicato alle novità di prodotto con l’Innovation Forum e uno destinato alla formazione con l’Academy [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @fieramesse 

#klimahouse #economiacircolare #sostenibilità #thinkgreen #post
Torna Klimahouse. Quattro temi, uno per giornata: architettura, economia circolare, legno e vivere sostenibile. Un ricco programma di eventi, fuori e dentro la fiera, dove i palchi raddoppiano e ospitano, rispettivamente, un programma dedicato alle novità di prodotto con l’Innovation Forum e uno destinato alla formazione con l’Academy [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @fieramesse #klimahouse #economiacircolare #sostenibilità #thinkgreen #post
1 settimana fa
View on Instagram |
6/9
Monolite rosa. Imponente e minimale, affacciata sul mare. Ai confini dell’Inghilterra, una casa rosa si erge come una scultura sulla sabbia, ispirando il dialogo tra spiaggia e ambiente indoor. Lontano dal frastuono cittadino, a un passo dal mare. Suggestiva e affascinante, Camber Sands è una spiaggia di sabbia dell’East Sussex [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @idealwork_official, @rxarchitects 

#progetto #thinkgreen #interiordesign #edilizia #post
Monolite rosa. Imponente e minimale, affacciata sul mare. Ai confini dell’Inghilterra, una casa rosa si erge come una scultura sulla sabbia, ispirando il dialogo tra spiaggia e ambiente indoor. Lontano dal frastuono cittadino, a un passo dal mare. Suggestiva e affascinante, Camber Sands è una spiaggia di sabbia dell’East Sussex [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @idealwork_official, @rxarchitects #progetto #thinkgreen #interiordesign #edilizia #post
2 settimane fa
View on Instagram |
7/9
Pianeta di plastica. Quella contro i polimeri a base fossile è la nuova battaglia. Molte sono le iniziative di produzione di materiali derivati da piante e scarti organici, molte le tecnologie per il riciclo. Una panoramica del settore. Impatta di più il riciclo o la produzione ex-novo? Qual è il ruolo ambientale di una plastica realizzata con materiale alternativo alla fonte fossile? [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

#plastica #riciclo #inquinamento #bioplastiche #post
Pianeta di plastica. Quella contro i polimeri a base fossile è la nuova battaglia. Molte sono le iniziative di produzione di materiali derivati da piante e scarti organici, molte le tecnologie per il riciclo. Una panoramica del settore. Impatta di più il riciclo o la produzione ex-novo? Qual è il ruolo ambientale di una plastica realizzata con materiale alternativo alla fonte fossile? [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) #plastica #riciclo #inquinamento #bioplastiche #post
2 settimane fa
View on Instagram |
8/9
Un dialogo tra storia e paesaggio. Ristrutturare in maniera sana senza alterare l’edificio esistente. È la responsabilità condivisa tra architetto e committenti, che punta a recuperare le abitazioni storiche studiandone attentamente la stratificazione temporale, i materiali e le tecniche costruttive. Per ottenere case confortevoli oggi, ma rispettose del proprio passato e coerenti con il loro contesto [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Soluzione 1: progetto dei proprietari
Soluzione 2: progetto di @studio_wok 

#progettigreen #bioarchitettura #ristrutturazione #thinkgreen #post
Un dialogo tra storia e paesaggio. Ristrutturare in maniera sana senza alterare l’edificio esistente. È la responsabilità condivisa tra architetto e committenti, che punta a recuperare le abitazioni storiche studiandone attentamente la stratificazione temporale, i materiali e le tecniche costruttive. Per ottenere case confortevoli oggi, ma rispettose del proprio passato e coerenti con il loro contesto [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Soluzione 1: progetto dei proprietari
Soluzione 2: progetto di @studio_wok 

#progettigreen #bioarchitettura #ristrutturazione #thinkgreen #post
Un dialogo tra storia e paesaggio. Ristrutturare in maniera sana senza alterare l’edificio esistente. È la responsabilità condivisa tra architetto e committenti, che punta a recuperare le abitazioni storiche studiandone attentamente la stratificazione temporale, i materiali e le tecniche costruttive. Per ottenere case confortevoli oggi, ma rispettose del proprio passato e coerenti con il loro contesto [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Soluzione 1: progetto dei proprietari Soluzione 2: progetto di @studio_wok #progettigreen #bioarchitettura #ristrutturazione #thinkgreen #post
3 settimane fa
View on Instagram |
9/9