Ecozema: il bio della plastica

di Redazione Casa Naturale

Ecozema: il bio della plastica

Alla fine degli anni ‘90 Ecozema produceva e commercializzava prodotti per il bucato rivolgendosi prevalentemente al mercato della grande distribuzione in Italia e all’estero. Dal 2000 inizia a manifestarsi una crisi che porterà ad una contrazione dei consumi con conseguente riduzione dei volumi. Questo scenario ha imposto delle scelte strategiche da fare. Conoscenze ed esperienze fatte nel mondo dei rifiuti hanno spinto il titolare a investire nella direzione dell’ecosostenibilità. L’azienda decide allora di sfruttare l’esperienza di 50 anni di stampaggio ad iniezione, per realizzare prodotti che potessero essere a supporto della gestione dei rifiuti solidi urbani. Inizia un processo di ricerca e sviluppo indirizzato al mondo delle bio-plastiche, ritenendole un settore in forte sviluppo per l’apporto che esse potevano dare alla soluzione della frazione organica dei rifiuti.

Intervista a Armido Marana di Ecozema: etica e tecnologia

La storica azienda del vicentino, prima in Italia ad aver portato le stoviglie realizzate in mater-bi anche nella grande distribuzione, è stata la prima a credere alla campagna Insieme per un consumo consapevole. I fondi raccolti serviranno a sostenere azioni concrete di informazione e sensibilizzazione in Italia, sui temi del consumo consapevole (eventi culturali, mostre, proiezioni, incontri nelle scuole, approfondimenti sul sito della campagna e molto altro). Ne abbiamo parlato con il titolare di Ecozema, Armido Marana.

Come sintetizza la sua esperienza imprenditoriale?
Si tratta di un’intuizione avuta osservando il problema che incontrava la Raccolta Differenziata, in occasione di grandi eventi o di mense pubbliche, in cui i resti di cibo venivano conferiti insieme alla plastica monouso, pregiudicando la qualità della raccolta e obbligando lo smaltimento in discarica o attraverso l’incenerimento. Ciò determina un grosso impatto, sia ambientale che economico, in quanto si aumenta notevolmente l’emissione di CO2 con un processo estremamente costoso. Il tutto a carico della collettività. Dall’idea alla realizzazione, ha contato molto il fatto che esisteva già un’attività imprenditoriale di manifattura con una notevole esperienza commerciale, logistica, produttiva e di ricerca e sviluppo. Da tutto ciò la selezione dei partner e delle materie prime da impiegare: bioplastiche e materiali compostabili.

Oltre al prodotto eco, si può parlare di sostenibilità del ciclo di lavorazione?
Certamente. Dopo la creazione dei primi prodotti, sono stati fatti notevoli sforzi per adeguare il ciclo produttivo al messaggio finale, ovvero “realizzare prodotti di qualità, rispettosi dell’ambiente ed eticamente sostenibili.” In produzione abbiamo cambiato gli impianti privilegiando mezzi a minor consumo energetico, abbiamo privilegiato l’uso di plastica riciclata per la produzione delle nostre mollette e la linea Giardino. Abbiamo iniziato un percorso di CSR (responsabilità sociale d’impresa) coinvolgendo tutta la filiera produttiva, fornitori compresi (SA8000). Ci siamo dotati di sistemi di controllo per ridurre il nostro impatto ambientale (ISO 14001).

Quali sono le certificazioni ottenute dall’azienda?
Aziendale: ISO 9001, SA 8000, ISO 14001
Di prodotto: OK-Compost, IPPR, BPI, ASSOSCAI

Ci parla della sinergia con l’associazione Fratelli dell’uomo?
E’ una delle iniziative che abbiamo sviluppato per poter contribuire a sostenere i più deboli. Condividendo le finalità del progetto abbiamo realizzato un prodotto da vendere a clienti sensibili a questo tema e parte del ricavato sarà destinato a sostenere alcuni dei loro progetti.
di Floriana Morrone

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

cucina sostenibile

Sostenibilità tra i fornelli

La cucina sostenibile dal cuore verde Oreadi di Tm Ital...

Quando l’aperitivo è naturale

Attenzione alla natura e un'idea imprenditoriale intere...

Modernità tradizionale

Creare un nuovo punto di riferimento turistico e social...

Isolamento termico per pareti verticali

Isotec Parete di Brianza Plastica è un sistema di isola...

amore per l'ambiente

Amore per l’ambiente? Raccolta differenziata con stile

L’amore per l’ambiente va di pari passo con la raccolta...

Casa Naturale su Instagram

Pavimenti che sanno di vita. Accogliente, elegante, naturale: queste le principali caratteristiche che rendono il legno un materiale perfetto per i pavimenti. È bene riservargli le giuste attenzioni per preservarne le peculiarità. Il legno è un materiale vivo, che non resta mai uguale a se stesso [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Foto: Triplostrato di @fiemmetremila 

#pavimento #legno #pavimentilegno #interiordesign #post
Pavimenti che sanno di vita. Accogliente, elegante, naturale: queste le principali caratteristiche che rendono il legno un materiale perfetto per i pavimenti. È bene riservargli le giuste attenzioni per preservarne le peculiarità. Il legno è un materiale vivo, che non resta mai uguale a se stesso [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Foto: Triplostrato di @fiemmetremila #pavimento #legno #pavimentilegno #interiordesign #post
2 giorni fa
View on Instagram |
1/9
Ricoprire con la paglia. A una struttura in legno si unisce la copertura vegetale per un progetto contemporaneo e sostenibile, che integra una parte esistente a un ampliamento in continuità con l'ambiente. Lungo il dolce pendio nei pressi di Hermeray, nel nord della Francia, si nasconde un complesso residenziale realizzato dallo studio Nicola Spinetto Architects, con l’obiettivo di innovare il modo di costruire un casale [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @nicola.spinetto.architectes 

#bioarchitettura #edilizia #progettigreen #thinkgreen #post
Ricoprire con la paglia. A una struttura in legno si unisce la copertura vegetale per un progetto contemporaneo e sostenibile, che integra una parte esistente a un ampliamento in continuità con l'ambiente. Lungo il dolce pendio nei pressi di Hermeray, nel nord della Francia, si nasconde un complesso residenziale realizzato dallo studio Nicola Spinetto Architects, con l’obiettivo di innovare il modo di costruire un casale [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @nicola.spinetto.architectes #bioarchitettura #edilizia #progettigreen #thinkgreen #post
5 giorni fa
View on Instagram |
2/9
Dolce adozione. In occasione della Giornata Mondiale delle Api, celebrata il 20 maggio di ogni anno, arriva il progetto Bee to You. Sviluppata da Mieli Papagna – azienda pugliese specializzata nella produzione di miele artigianale –, l’iniziativa si propone di avvicinare il pubblico alla consapevolezza dell’importanza della biodiversità [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @mielipapagna 

#beetoyou #adottaunape #miele #biodiversità #post
Dolce adozione. In occasione della Giornata Mondiale delle Api, celebrata il 20 maggio di ogni anno, arriva il progetto Bee to You. Sviluppata da Mieli Papagna – azienda pugliese specializzata nella produzione di miele artigianale –, l’iniziativa si propone di avvicinare il pubblico alla consapevolezza dell’importanza della biodiversità [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @mielipapagna #beetoyou #adottaunape #miele #biodiversità #post
1 settimana fa
View on Instagram |
3/9
L’evoluzione di un materiale. Una casa in legno non richiede maggiori o diverse manutenzioni rispetto a un edificio tradizionale. Anche nella facciata a vista non sono necessarie pitture periodiche, ma occorre accettare la trasformazione naturale del tempo [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @lignoalp, @woodcontrol_mymeter 

#caseinlegno #legno #edilizia #thinkgreen #post
L’evoluzione di un materiale. Una casa in legno non richiede maggiori o diverse manutenzioni rispetto a un edificio tradizionale. Anche nella facciata a vista non sono necessarie pitture periodiche, ma occorre accettare la trasformazione naturale del tempo [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @lignoalp, @woodcontrol_mymeter #caseinlegno #legno #edilizia #thinkgreen #post
1 settimana fa
View on Instagram |
4/9
Villa TS, progettata dagli architetti Michaela Wolf & Gerd Bergmeister dello studio Bergmeisterwolf, sorge su un versante esposto a sud nel piccolo borgo rurale di Gleno, in provincia di Bolzano. @lignoalp si è occupata della struttura portante in legno, dei rivestimenti esterni in larice e dei rivestimenti interni in abete bianco di questo progetto originale e in sintonia con l’ambiente della natura altoatesina.
Pochi materiali, utilizzati con coerenza – come il legno carbonizzato sulle facciate e sulle coperture o la pietra naturale e gli elementi in calcestruzzo a vista nella zona a contatto con il terreno – e un linguaggio formale ridotto all’essenziale conferiscono ai due edifici un’estetica assolutamente purista.
Scopri di più sul nostro sito (Link in bio)

#LignoAlp #progetto #thinkgreen #interiordesign #edilizia #legno #topbrand
Villa TS, progettata dagli architetti Michaela Wolf & Gerd Bergmeister dello studio Bergmeisterwolf, sorge su un versante esposto a sud nel piccolo borgo rurale di Gleno, in provincia di Bolzano. @lignoalp si è occupata della struttura portante in legno, dei rivestimenti esterni in larice e dei rivestimenti interni in abete bianco di questo progetto originale e in sintonia con l’ambiente della natura altoatesina. Pochi materiali, utilizzati con coerenza – come il legno carbonizzato sulle facciate e sulle coperture o la pietra naturale e gli elementi in calcestruzzo a vista nella zona a contatto con il terreno – e un linguaggio formale ridotto all’essenziale conferiscono ai due edifici un’estetica assolutamente purista. Scopri di più sul nostro sito (Link in bio) #LignoAlp #progetto #thinkgreen #interiordesign #edilizia #legno #topbrand
1 settimana fa
View on Instagram |
5/9
Torna Klimahouse. Quattro temi, uno per giornata: architettura, economia circolare, legno e vivere sostenibile. Un ricco programma di eventi, fuori e dentro la fiera, dove i palchi raddoppiano e ospitano, rispettivamente, un programma dedicato alle novità di prodotto con l’Innovation Forum e uno destinato alla formazione con l’Academy [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @fieramesse 

#klimahouse #economiacircolare #sostenibilità #thinkgreen #post
Torna Klimahouse. Quattro temi, uno per giornata: architettura, economia circolare, legno e vivere sostenibile. Un ricco programma di eventi, fuori e dentro la fiera, dove i palchi raddoppiano e ospitano, rispettivamente, un programma dedicato alle novità di prodotto con l’Innovation Forum e uno destinato alla formazione con l’Academy [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @fieramesse #klimahouse #economiacircolare #sostenibilità #thinkgreen #post
1 settimana fa
View on Instagram |
6/9
Monolite rosa. Imponente e minimale, affacciata sul mare. Ai confini dell’Inghilterra, una casa rosa si erge come una scultura sulla sabbia, ispirando il dialogo tra spiaggia e ambiente indoor. Lontano dal frastuono cittadino, a un passo dal mare. Suggestiva e affascinante, Camber Sands è una spiaggia di sabbia dell’East Sussex [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @idealwork_official, @rxarchitects 

#progetto #thinkgreen #interiordesign #edilizia #post
Monolite rosa. Imponente e minimale, affacciata sul mare. Ai confini dell’Inghilterra, una casa rosa si erge come una scultura sulla sabbia, ispirando il dialogo tra spiaggia e ambiente indoor. Lontano dal frastuono cittadino, a un passo dal mare. Suggestiva e affascinante, Camber Sands è una spiaggia di sabbia dell’East Sussex [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @idealwork_official, @rxarchitects #progetto #thinkgreen #interiordesign #edilizia #post
2 settimane fa
View on Instagram |
7/9
Pianeta di plastica. Quella contro i polimeri a base fossile è la nuova battaglia. Molte sono le iniziative di produzione di materiali derivati da piante e scarti organici, molte le tecnologie per il riciclo. Una panoramica del settore. Impatta di più il riciclo o la produzione ex-novo? Qual è il ruolo ambientale di una plastica realizzata con materiale alternativo alla fonte fossile? [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

#plastica #riciclo #inquinamento #bioplastiche #post
Pianeta di plastica. Quella contro i polimeri a base fossile è la nuova battaglia. Molte sono le iniziative di produzione di materiali derivati da piante e scarti organici, molte le tecnologie per il riciclo. Una panoramica del settore. Impatta di più il riciclo o la produzione ex-novo? Qual è il ruolo ambientale di una plastica realizzata con materiale alternativo alla fonte fossile? [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) #plastica #riciclo #inquinamento #bioplastiche #post
2 settimane fa
View on Instagram |
8/9
Un dialogo tra storia e paesaggio. Ristrutturare in maniera sana senza alterare l’edificio esistente. È la responsabilità condivisa tra architetto e committenti, che punta a recuperare le abitazioni storiche studiandone attentamente la stratificazione temporale, i materiali e le tecniche costruttive. Per ottenere case confortevoli oggi, ma rispettose del proprio passato e coerenti con il loro contesto [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Soluzione 1: progetto dei proprietari
Soluzione 2: progetto di @studio_wok 

#progettigreen #bioarchitettura #ristrutturazione #thinkgreen #post
Un dialogo tra storia e paesaggio. Ristrutturare in maniera sana senza alterare l’edificio esistente. È la responsabilità condivisa tra architetto e committenti, che punta a recuperare le abitazioni storiche studiandone attentamente la stratificazione temporale, i materiali e le tecniche costruttive. Per ottenere case confortevoli oggi, ma rispettose del proprio passato e coerenti con il loro contesto [...]
Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Soluzione 1: progetto dei proprietari
Soluzione 2: progetto di @studio_wok 

#progettigreen #bioarchitettura #ristrutturazione #thinkgreen #post
Un dialogo tra storia e paesaggio. Ristrutturare in maniera sana senza alterare l’edificio esistente. È la responsabilità condivisa tra architetto e committenti, che punta a recuperare le abitazioni storiche studiandone attentamente la stratificazione temporale, i materiali e le tecniche costruttive. Per ottenere case confortevoli oggi, ma rispettose del proprio passato e coerenti con il loro contesto [...] Leggi l'articolo sul numero di maggio-giugno 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Soluzione 1: progetto dei proprietari Soluzione 2: progetto di @studio_wok #progettigreen #bioarchitettura #ristrutturazione #thinkgreen #post
3 settimane fa
View on Instagram |
9/9